Quartiere Ebraico di Budapest: storia, cultura, cosa fare e vedere

Sicuramente una delle cose da vedere a Budapest è il Quartiere Ebraico (Erzsébetváros), è il quartiere delle feste per eccellenza della città. Ma sai una cosa? Sarebbe un errore non guardare oltre la superficie di questo quartiere culturalmente ricco.

Sì, è vero che qui troverai i famosi locali notturni, i ruin bar e le feste scatenate che rendono questo posto così vivace e divertente. Ma c’è molto di più da scoprire.

Questo quartiere ha una storia profonda, segnata purtroppo dalle atrocità della Seconda Guerra Mondiale. Qui puoi trovare importanti luoghi storici e monumenti che raccontano di quel periodo buio. Puoi visitare le sinagoghe, esplorare i vicoli pittoreschi e ammirare l’arte di strada incredibile che decora le pareti.

Ma il Quartiere Ebraico è anche un luogo di rinascita e creatività. Oltre alle feste, troverai caffè alla moda, ristoranti che servono cucina tradizionale ed esperienze culinarie uniche. Puoi passeggiare per le strade, osservare la gente del posto, immergerti nella cultura e sentirti parte di questa comunità vibrante.

Quindi, mentre ti diverti nella parte festaiola del Quartiere Ebraico, non dimenticare di dare uno sguardo più attento a tutto ciò che questa zona ha da offrire. Scopri la sua storia, goditi l’arte e la cultura, e lasciati coinvolgere dall’energia contagiosa di questa parte di Budapest.

Storia del Quartiere Ebraico di Budapest

Il Quartiere Ebraico è l’anima del Distretto 7 di Budapest, un’area affascinante che abbraccia Király Street, Erzsébet körút, Dohány Street e Károly körút. La sua storia inizia alla fine del XVIII secolo, quando gli ebrei iniziarono a stabilirsi qui in cerca di opportunità e di una vita migliore. Mentre Budapest si trasformava in una metropoli in rapido sviluppo, la comunità ebraica contribuiva attivamente alla crescita economica e culturale della città.

Fu solo nel 1867 che gli ebrei in Ungheria ottennero i pieni diritti civili, segnando un momento di grande importanza nella storia del Quartiere Ebraico. Da quel momento, la comunità ebraica crebbe rapidamente e nel 1910 costituiva oltre il 23% della popolazione di Budapest, con oltre 200.000 persone. Il quartiere diventò un luogo vibrante, pieno di negozi, ristoranti kosher e sinagoghe.

Oggi, il Quartiere Ebraico è molto più di una destinazione di vita notturna. È un luogo ricco di storia, cultura e tradizioni, che offre ai visitatori un’esperienza autentica. Passeggiando per le sue strade, si può ancora respirare l’atmosfera unica che ha reso questo quartiere così speciale nel corso dei secoli.

La relazione tra gli ebrei di Budapest, molti dei quali erano profondamente integrati nella società ungherese e si identificavano come tali, e la comunità cristiana iniziò a deteriorarsi dopo la Prima Guerra Mondiale e culminò nelle tragiche vicende dell’Olocausto.

Nel gelido inverno del 1944, le forze naziste tedesche e ungheresi trasformarono il Quartiere Ebraico in un ghetto, dove migliaia di persone persero la vita a causa della fame e delle atrocità.

Questa pagina oscura della storia ha lasciato un’impronta indelebile sul Quartiere Ebraico e sulla comunità ebraica di Budapest. È di vitale importanza ricordare le vittime di quel periodo tragico e onorarne la memoria, oltre a riconoscere la forza e la resilienza di coloro che lottarono per sopravvivere.

Il quartiere Ebraico oggi…

Oggi, il Quartiere Ebraico rappresenta un luogo di memoria e riflessione, con monumenti, musei e memoriali che commemorano le vittime dell’Olocausto. È un costante richiamo a non dimenticare mai gli orrori del passato e a promuovere valori di tolleranza, comprensione e rispetto reciproco.

Le mura del ghetto si snodavano lungo le vie Rumbach, Király, Kertész e Dohány, dove si trovano oggi. Nell’inverno del 1945, l’esercito sovietico liberò il ghetto e mise fine alle deportazioni di massa, salvando così i residenti (per maggiori informazioni sulla storia ebraica passata e presente di Budapest). Oggi, nel quartiere, sono presenti diversi monumenti commemorativi dell’Olocausto.

Durante l’era comunista (1947-1989), il Quartiere Ebraico subì un declino, con molti residenti che si trasferirono in massa o lasciarono l’Ungheria. Negli anni 2000, gli sviluppatori immobiliari senza scrupoli causarono gravi danni al tessuto autentico del quartiere. Attualmente, il numero di residenti ebrei è diminuito e molti segni della vita ebraica sono scomparsi, sebbene alcune tracce siano ancora visibili. Le strade affollate e le tre splendide sinagoghe, conosciute come “il triangolo delle sinagoghe”, costituiscono un prezioso ricordo del passato.

Sinagoga di Dohány Street
Sinagoga di Dohány Street

La Sinagoga di Dohány Street è senza dubbio la regina incontrastata e anche la più imponente d’Europa; durante gran parte dell’anno è sorprendentemente vuota, ma si riempie di vita durante i servizi delle Grandi Festività. La sinagoga ortodossa di Kazinczy Street conta pochi fedeli, appena una manciata, e la Sinagoga di Rumbach Street è ormai solo un ricordo del passato. Nel quartiere, alcuni ristoranti kosher glatt deliziano i palati più esigenti, mentre negozi e locali in stile ebraico stanno spuntando come funghi grazie all’afflusso di turisti curiosi.

Cosa fare e vedere nel quartiere ebraico

Il quartiere ebraico di Budapest, oggi, è un luogo che pulsa di vita, con le sue strade trascurate e gli edifici fatiscenti che sono stati trasformati in un’effervescente cultura ungherese. Qui troverai una miriade di negozi, bar, caffè e ristoranti.

I famosi ruin bar, quei particolari locali notturni nati all’interno degli edifici pre-bellici abbandonati, hanno trovato casa qui nel quartiere ebraico. Il loro fascino unico li ha resi una vera e propria istituzione a Budapest, con Szimpla Kert che si erge come il più celebre tra tutti.

Purtroppo, il successo del quartiere ebraico sta portando con sé alcuni svantaggi. L’afflusso di turisti sta causando un aumento dei prezzi e sta spingendo via i residenti locali. Alcuni dei nuovi locali mancano dell’autentico spirito che un tempo rendeva questo quartiere così speciale. Tuttavia, non lasciarti scoraggiare. Questa zona rimane un luogo unico che merita di essere visitato, basta solo navigare tra le strade affollate con attenzione. Ecco perché questa guida è qui per te.

Mentre il centro della città può vantare ristoranti di alto livello, il quartiere ebraico non è da meno. Qui puoi trovare una miriade di opzioni culinarie, che spaziano dalla cucina kosher tradizionale a deliziosi piatti ungheresi e specialità internazionali.

  • Da Hanna puoi gustare il cholent kosher,
  • da Bp BARbq puoi assaporare deliziosi piatti di carne alla griglia,
  • da Komachi puoi immergerti nella cucina giapponese
  • da Frici Papa puoi provare le prelibatezze della cucina ungherese.

Inoltre, molti dei ristoranti più alla moda di Budapest hanno scelto il quartiere ebraico come loro casa, contribuendo a creare un’atmosfera unica.

  • Gettó Gulyás offre gustosi stufati ungheresi,
  • Mazel Tov è un’affascinante versione rinnovata di un ruin bar
  • DOBRUMBA ti delizierà con il suo tema mediorientale e piatti sofisticati.

Tieni presente che, essendo molto popolari tra i turisti, i prezzi possono essere leggermente più alti rispetto ad altri posti, ma rimangono comunque convenienti rispetto a quelli dell’Europa occidentale.

Se sei un appassionato di bar, sarai conquistato dalla scena dei locali nel quartiere ebraico:

  • Da Kisüzem potrai goderti un’atmosfera bohémien e una vasta selezione di rum pregiati.
  • Nappali Kávéház, d’altra parte, è il luogo perfetto per gli amanti del whiskey.
  • Se cerchi un’esperienza più trendy, Központ e Telep sono i bar frequentati dagli hipster di Budapest.
  • E non dimenticare di fare una sosta al Kőleves Kert, dove potrai gustare bevande a prezzi accessibili sotto un’incantevole tetto di alberi.

10 cose da fare nel quartiere Ebraico

  1. Sinagoga di Dohány Street: La seconda sinagoga più grande del mondo, con un design moresco impressionante e un organo unico. Offre visite guidate e un Museo Ebraico che fornisce una panoramica storica.
  2. Museo di Ingegneria Elettrica: Uno dei musei di Budapest da vedere questo in particolare è museo affascinante che racconta la storia dell’ingegneria elettrica in Ungheria attraverso esposizioni interattive e una vasta collezione di apparecchiature elettriche.
  3. Galleria d’Arte Jancsó: Una galleria che espone opere d’arte contemporanea, con particolare attenzione all’arte ungherese e agli artisti emergenti.
  4. Kisüzem: Un locale dal fascino bohémien frequentato principalmente dalla gente del posto, offre una vasta selezione di rum di alta qualità e un’atmosfera autentica.
  5. Dobrumba: Un ristorante con un’atmosfera vivace che propone piatti della cucina mediorientale. È un luogo perfetto per gustare sapori unici e piatti deliziosi.
  6. Printa: Uno spazio creativo che combina una caffetteria, una boutique e una tipografia. Puoi gustare un caffè di qualità e acquistare prodotti artigianali e stampe originali.
  7. Ludovika: Una birreria artigianale che offre una vasta selezione di birre locali e internazionali, accompagnate da piatti gustosi.
  8. Fekete Kutya: Un bar che unisce l’atmosfera bohémien con lo stile hipster, offre una varietà di cocktail creativi e un’ampia selezione di birre.
  9. Café Noé: Un accogliente caffè con un’atmosfera rilassante, offre caffè di alta qualità, dolci deliziosi e un’ottima selezione di tè.
  10. Szimpla Kert: Il più famoso dei ruin bar di Budapest, Szimpla Kert è un’esperienza unica da non perdere. Situato in un edificio fatiscente, questo bar eclettico è decorato con oggetti insoliti e offre una varietà di bevande, musica dal vivo e un’atmosfera vibrante.

In conclusione, il quartiere ebraico di Budapest è un luogo ricco di storia, cultura e vitalità. Attraverso le sue attrazioni come la Dohány Street Synagogue, il Museum of Electrical Engineering, la Jancsó Art Gallery e le esperienze uniche offerte da luoghi come Kisüzem, Dobrumba, Printa, Ludovika, Fekete Kutya e Café Noé, i visitatori possono immergersi nel passato e nel presente di questa affascinante zona.

Che tu sia interessato alla storia, all’arte, alla vita notturna o alla gastronomia, il quartiere ebraico offre qualcosa per tutti i gusti. Esplorare queste gemme nascoste di Budapest è un’esperienza indimenticabile, che ti farà apprezzare la ricchezza e la diversità di questa città affascinante.

Potrebbe interessarti anche: