Viaggio da soli - Pro e Contro
Ciao viaggiatore! :D Perché non ti iscriversi al gruppo Facebook Viaggiare da soli E, se ti piacesse questo post, perché non metti un bel "Mi Piaci" su Facebook. Grazie per essere passato!

In questi giorni sono stato impegnato tra il blog e il lavoro, non ho avuto molto tempo da dedicare agli amici. Giovedì sera però sono riuscito a trovare un po’ di tempo per stare con loro. Per l’occasione siamo andati a vedere il film del momento “una notte da leoni 2“, il film parla del viaggio di un gruppo d’amici e della notte folle a Bangkok prima del matrimonio di uno di loro. Il film come da pronostico ci è piaciuto, ci ha fatto sbullonare dalle risate, e ha regalato ottimi spunti per il dopo cinema. I miei amici mi hanno chiesto: se durante un viaggio in solitaria mi sarei mai divertito in quel modo? La mia risposta è stata: “i due viaggi sono completamente differenti e come in tutte le cose: ci sono i pro e i contro“.

I Pro del viaggio in solitaria

  • Flessibilità: Puoi decidere quando vuoi di cambiare il tuo programma di viaggio. Per esempio se ora ti trovassi a Budapest e leggessi sul mio blog che le terme Szechenyi sono un posto fantastico che non dovresti mai perdere, non avresti alcun problema a cambiare programma e non obbligheresti ai tuoi amici a seguirti per un bagno nelle acque termali ungheresi (forse qui ti seguirebbero subito :P).
  • Controllo: Sei tu e solo tu, che decidi tutto, gli aspetti più pratici del tuo viaggio: orario, itinerario, come muoversi, dove dormire e cosa fare.
  • Esplorazione: Durante un viaggio in solitaria potresti scoprire luoghi nuovi, amici nuovi e magari tuffarvi in qualche avventura stile notte da leoni. La cosa più fica è che puoi conoscere nuove persone senza preoccuparti delle paure che avrebbero i tuoi amici (perché c’è sempre chi ha paura di uno sconosciuto).
  • Calma: Non hai fretta, nessun ti costringe a fare un tour di force, decidi tu quello che vuoi visitare e quando vuoi farlo. Se sei stanco, hai i piedi che stanno andando a fuoco e ti vuoi fermare a prendere un caffè, lo puoi fare senza vedere i tuoi amici sbuffare o dirti che sei il solito pigrone.
  • Indipendenza: Mio padre mi ha sempre detto che l’indipendenza l’avrei raggiunta quando fossi andato via di casa, invece l’ho raggiunta quando ho fatto il mio primo viaggio da solo. Ti senti libero, ti senti il padrone del mondo. Quando varchi la soglia di casa potrai contare solo su te stesso. Sei tu che gestirai il tuo destino. Sei tu il responsabile per la tua vita.
Una notte da Leoni 2

Una notte da Leoni 2

I Contro del viaggio in solitaria

  • Mangiare: Mangiare da soli è la cosa più triste del mondo, secondo il mio umile parere, sia se si è in viaggio, sia se si è a casa. Il momento del pasto è un momento di socializzazione, un momento dove il racconto è il protagonista e il cibo è la sua scenografia.
  • Solitudine: Durante il mio primo viaggio in solitaria a Valencia ci sono stati momenti in cui mi sono sentito solo, un po’ perché non avevo ancora uno smartphone, un po’ perchè quando ti fermi e ti rilassi non hai nessuno con cui condividere quelle emozioni. Ora con il mio nuovo iphone il problema è parzialmente risolto, posso condividere il mio viaggio e le mie emozioni con te.
  • Sicurezza: Questo secondo me è il contro più importante. Viaggiare sicuri da soli è difficile ma non impossibile. Capisco le donne che hanno paura e si preoccupano a viaggiare da sole, ma prendendo qualche accorgimento si può viaggiare tranquillamente da soli. Basta evitare i vicoli bui, evitare di trovarsi di notte in zone malfamate. Evitare di bere, l’alcol annebbia i sensi e anche l’intuito.
  • Approcciare: L’uomo inteso come forma di vita per sua natura è abbastanza amichevole, ma devi fare tu la prima mossa. Se dormi in un ostello è vedi altri viaggiatori solitari, prova a scambiare due chiacchierare con lui. Scoprirai che anche loro sono alla ricerca di qualche compagno di viaggio.
  • Ritornare: Beh, questo è il contro più bastardo, aspetta la fine del viaggio per spuntare fuori. Quanto stai per ritornare ecco che ti viene quella voglia di rimane e dì non tornare a casa. Non ho scoperto un rimedio a questo problema tu?
  • Costo: Secondo me viaggiare da soli non è costoso, lo diventa solo se si  fa il turista, e non il viaggiatore. Gli hotel solitamente chiedono un supplemento per la camera da letto singola, ma si può dormire tranquillamente in un ostello o provare addirittura un esperienza in couchsurfing, ci si sposta con i mezzi pubblici e non con i taxi. Lo cito tra i contro perché non tutti abbiamo lo spirito del viaggiatore.

Come vi ho già detto: fare un viaggio da soli è un’esperienza che dovrebbero provare tutti almeno una volta nella vita. Potresti scoprire che viaggiare da soli è bello quanto fare building jumping. Sicuramente è meno rischioso!


  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Allora seguimi anche tu su Facebook e su Twitter